10.03 // L’8 TUTTO L’ANNO – FESTA DELLE DONNE CHE LOTTANO

Per la quinta volta, il Collettivo Scintilla propone la serata “L’8 tutto l’anno”, la festa delle donne che lottano, al fine di sfatare una festa ormai strumentalizzata a suon di fiori e cioccolatini e sottolineare invece quanto il ruolo del femminismo sia ancora fondamentale e attuale nelle nostra società..
La serata si terrà sabato 10 marzo 2018 allo Spazio Elle a Locarno (Piazza G. Pedrazzini 12).

Visto il lavoro di analisi del fenomeno del precariato, declinato in tutte le sue forme, intrapreso nel 2018 dal Collettivo Scintilla, anche questa serata toccherà la tematica del precariato e dello sfruttamento.
Analizzeremo quindi la relazione fra la partecipazione delle donne al mercato del lavoro e l’aumento della precarietà.

Il programma nel dettaglio:

16.00 Apertura bar

17.30 Conferenza “Donne e precariato” – Femminilizzazione del mercato del lavoro e relazione fra la partecipazione delle donne al mercato del lavoro e l’aumento della precarietà.
A seguire, discussione aperta.

19.00 Aperitivo & Musica

20.00 Cena popolare

21.30 Concerto Friser /Ciurma Anemica/.
Gruppo-collettivo-ciurma di appassionati di canti popolari, di lotta, di resistenza che da anni cercano di promuovere quel patrimonio di vecchie canzoni e melodie riarrangiandole in versioni più “moderne”: funky, rock, reggae, elettronica ma anche valzer ironici, ninna nanne e hardcore per far conoscere a un pubblico sempre più vasto un patrimonio che non può (e non deve) essere dimenticato.

Durante la serata sarà possibile trovare i libri e altro materiale informativo del Collettivo Scintilla, troverete materiale realizzato per la serata e ci sarà l’estrazione della lotteria dell’8 marzo.

20.01 // MIGRAZIONI: PRECARIATO E SFRUTTAMENTO

 

C’è chi vive nei ghetti perché uscito dalle strutture d’accoglienza. C’è chi cerca disperatamente lavoro nelle campagne. Alcuni provengono dal nord Italia e il lavoro l’hanno perso a causa della crisi economica. Chi chi semplicemente non può permettersi di vivere in città, e chi è vittima di tratta e vende il proprio corpo. C’è chi ricava guadagni dalle economie illegali che si sono sviluppate in quei posti.
Un viaggio alla scoperta dei luoghi in cui si concretizza il fallimento del progetto migratorio a favore del profitto dei padroni.

Il Collettivo Scintilla – che sta portando avanti un lavoro di analisi del fenomeno del precariato, declinato in tutte le sue forme – vi invita il 20 gennaio al Bar Tra l’altro a Lugano per questa conferenza sullo sfruttamento della forza lavoro dei migranti.
Nel corso di questa serata, si analizzerà il fenomeno del precariato associato allo sfruttamento dei migranti e delle migranti, trattando l’esempio del Sud Italia, ma trasponendolo anche alla realtà elvetica. Tale conferenza vuole essere anche un momento di scambio e d’interazione.

Seguirà una cena popolare a offrta libera e un dj set reggae dei Wadra Sound (reggae, Ticino).